Circolo Alchemilla | Le miscele da sovescio
75
post-template-default,single,single-post,postid-75,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,tribe-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Le miscele da sovescio

Ho visto molte volte il risultato drammatico delle lavorazioni meccaniche del suolo. Nessun industriale agricolo si ricorda che la Natura sa sempre fare meglio e che non c’è nulla che smuova il terreno meglio delle piante, in particolare delle graminacee. Dimenticano anche che non c’è concime che fertilizza e rivivifica il terreno meglio delle leguminose.

In Agricoltura Biodinamica e in Permacultura infatti si lascia fare alla Natura il più possibile e per ripristinare la fertilità di un terreno si utilizzano moltissimo le miscele da sovescio, ovvero mix di semi di piante che, con l’azione diversificata e specializzata delle radici, rifertilizzano e rivivificano il terreno. Alcune servono per penetrare in profondità dove prelevano i minerali che rilasceranno poi in superficie decomponendosi, altre che possiedono radici fascicolate che lo ammorbidiscono, altre ancora che offrono zuccheri ad alcuni batteri che in cambio rendono disponibile alle piante l’azoto atmosferico (leguminose). Le miscele da sovescio sono di diverso tipo: invernale e primaverile. Quelli invernali contengono sempre dei cereali come segale o avena, e una o più leguminose, quelli primaverili hanno moltissime specie diverse in base al contesto in cui si utilizzano.

Personalmente sono rimasto assolutamente allibito dall’effetto di queste piante. Non esiste una fresa, e non esisterà mai, che faccia il lavoro delle graminacee, e non esiste concime chimico che fertilizzi come le leguminose e i microrganismi. Ho visto verze, piante molto esigenti in termini di nutrimento, crescere su terreni davvero ridotti male, in seguito all’utilizzo delle miscele da sovescio. Da qualsiasi terreno si parte è sempre consigliato fare non solo una, ma più semine di miscele da sovescio, anche a costo di perdere temporaneamente superficie coltivabile. Sarà sempre un ottimo investimento e andrà ripetuto negli anni. Questo darà in cambio un terreno smosso, friabile, ricco di nutrimenti, ma soprattutto di microrganismi. Le piante che cresceranno in seguito manifesteranno chiaramente la loro gratitudine con ottimi raccolti.

Tags:
,
No Comments

Post A Comment