Circolo Alchemilla | Gli strumenti necessari per l’orto
70
post-template-default,single,single-post,postid-70,single-format-standard,qode-listing-1.0.1,qode-social-login-1.0,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,tribe-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-12.1,qode-theme-bridge,bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.2,vc_responsive

Gli strumenti necessari per l’orto

Per realizzare un orto non servono moltissimi attrezzi e molti di questi probabilmente li abbiamo già in casa. Alcuni dovremo invece comprarli o ricomprarli in quanto spesso quelli che troviamo in casa sono vecchi o non funzionano bene. Ogni fase di realizzazione richiede i suoi strumenti:

OSSERVAZIONE/PROGETTAZIONE: in questa fase servirà di sicuro una macchinetta fotografica per fotografare il luogo prima dei lavori, questo è molto importante. Servirà poi una cordella metrica (da 25 o 50 mt), dei picchetti di legno (rami con la punta) per delimitare o per misurare. In casa serviranno un album di carta millimetrata da architetto, matita, gomma, compasso.

REALIZZAZIONE DELLE AIUOLE: a questo punto servono tutti gli attrezzi che si usano di solito in un giardino come il badile, il rastrello (uno stretto, uno largo), una forca a 4 denti dritti, un piccone. Prima di cominciare questa fase avremo bisogno di un metro o della cordella e di molti picchetti di legno che possiamo ottenere con dei rami di circa 70 cm ai quali faremo una punta per segnare a terra i confini tra passaggi e aiuole. Successivamente, durante la manutenzione dell’orto, ci servirà una paletta larga e abbastanza piatta per sradicare le (poche) erbe spontanee che nasceranno nei passaggi o sulle aiuole.

IMPIANTO D’IRRIGAZIONE: in questa fase serviranno il coltellino o un cutter molto affilato per tagliare i tubi con un taglio netto, una pentola di acqua calda per scaldare le estremità e inserire le giunture, un fornellino nel caso casa nostra sia distante, del filo di ferro di 2 o 3 mm per fare le forcelle (come una “U” rovesciata) e bloccare il tubo a goccia a terra.  I materiali sono il tubo a goccia, il tubo collettore o tubi di altri diametri (dipende dalle dimensioni dell’orto, il diametro del tubo aumenta con le dimensioni dell’area), tutte le giunture (a “L”, dritte, a “T”, i rubinetti..).

SOSTEGNI PERMANENTI E PACCIAMATURA: in questa fase avremo bisogno dei tondini di ferro (quelli per armare il cemento lunghi 6 mt e spessi 12 mm), di una mazzetta da 5 kg se servisse fare i buchi a terra sui bancali per interrare i tondini. Servirà poi la paglia e un coltellino per tagliarne gli spaghi (sempre bene averne uno in tasca). Servirà poi un tronchesino per tagliare il fil di ferro col quale legare i tondini.

SEMINE E TRAPIANTI: durante i trapianti serviranno dei guanti, una paletta appuntita e stretta per fare le buchette, innaffiatoi, un mastello abbastanza grande da immergere in acqua i vassoi con le piantine (vedi post sul TRAPIANTO) e una cesoia da giardinaggio nel caso ci serva tagliare altre piante per fare spazio a quelle nuove. Durante la semina potrebbe essere utile un mini rastrellino (largo 20 cm circa) per spostare la paglia e liberare il terreno sull’aiuola per la semina.

ALTRI ATTREZZI UTILI: di certo se abbiamo altro spazio attorno all’orto ci potrà essere utile una falce (più pietra, “piantola” (incudine) e martello per affilarla), pompa a spalla per nebulizzare vari preparati utili (microrganismi utili, preparati naturali o biodinamici..), la carriola, un carretto a mano, una scala per fare le fotografie all’orto nel corso del tempo.

 

No Comments

Post A Comment